[Moda] Rue des Fleurs


Il 28 aprile il Cipriani di Monaco sarà il perfetto palcoscenico e la splendida  cornice  per  la  prima  ufficiale  del  nuovo  brand.  La collezione  tutta  made  in  Italy  con  l’allure del Principato è disegnata da Giulia Miscali.



L’atmosfera  del  Principato:  internazionalità,  bellezze  naturali, appuntamenti mondani e sportivi. La tradizione artigiana italiana: la più straordinaria del mondo. Il presente ricco però di passato e che ha già dentro il futuro. 
È  questa  l’anima  di Rue  Des  Fleurs,  un  nuovo  marchio  di  accessori: shopping  bag,  bucket  bag,  backpack,  preziose clutch e borsoni da week-end che prende le mosse dal Principato di Monaco e ha la forza del made in Italy. L’intera  catena  produttiva  è  infatti  italiana,  con  una  ricerca  dei materiali e una cura dei dettagli davvero rara. 

Lusso  di  alta  qualità,  giocato  sulla  sobrietà  delle  linee, volutamente  senza  tempo  e  dunque  ad  alta  portabilità.  Una  sfida all’omologazione senza classe. Così  per l’autunno-inverno si gioca su camoscio, cavallino,  cocco stampato,  vitello  martellato  o sauvage con interno di alcantara o tessuti  di cotone ad hoc. Mentre la primavera estate scommette sul canvas, il lino, il cotone-camicie, la seta.

Se  si  dovesse  pensare  ad  un’immagine  capace  di  rappresentare lo spirito di queste collezioni, la scelta cadrebbe istintivamente su Grace Kelly in “Caccia al ladro”, il celebre film di Alfred Hitchcock girato in Costa Azzurra con Cary Grant nella parte del protagonista. Qui  la  futura  Principessa  di  Monaco  è  un’ereditiera  elegante, bellissima  ma  anche  intraprendente,  sicura  di  sé,  ironica.  In  una parola: moderna. 

Moderna dentro la tradizione è Rue Des Fleurs. Moderna e volutamente sobria  anche  nel  logo,  senza  marchi  chiassosi  esibiti,  perché  a “parlare” siano solo la qualità e lo stile. 

2 commenti: